Come creare un curriculum vitae

Come creare un curriculum vitae

Scrivere un curriculum è un’attività importante, che può fare la differenza tra superare o meno la fase di screening delle candidature ed avere l’opportunità di giocare le proprie carte in un colloquio.
Lo scopo del curriculum è dire chi siete e cosa sapete fare, e dirlo in maniera tale che il selezionatore lo noti e lo giudichi adeguato alla propria ricerca.
Questo è il punto fondamentale dell’attività, non limitarsi.
Come fa la maggior parte delle persone, a scrivere in bell’ordine i lavori finora svolti e gli studi conseguiti, ma far risaltare quelle caratteristiche, tra le proprie esperienze e competenze, che stanno alla base della ricerca dell’azienda.


Come creare un curriculum vitae: Il Curriculum vitae e la sua struttura


La struttura fondamentale di un curriculum consta di quattro parti: dati anagrafici e di contatto, esperienze lavorative, percorso di studi, ulteriori competenze linguistiche e informatiche.
È possibile aggiungere anche ulteriori sezioni, ma tenendo conto che un curriculum lungo oltre le due pagine il più delle volte non viene letto fino in fondo.
I dati anagrafici e di contatto devono essere validi e corretti, ma è possibile usare un’accortezza: dato che spesso abitare nelle vicinanze del posto di lavoro agevola la scelta della vostra candidatura, se la vostra residenza è lontana ma avete possibilità di inserire un domicilio più prossimo (ad esempio un amico o un parente che possano ospitarvi nella provincia del posto vacante) non esitate ad utilizzarla.

 Curriculum vitae ed esperienze lavorative

Le esperienze lavorative vanno riportate dalla più recente alla più lontana.
Non limitandosi a definire il ruolo ma spiegando precisamente le competenze, le responsabilità ed i tratti distintivi della mansione:

Il selezionatore deve capire con precisione cosa sapete fare e perché sarete un valido supporto!

È fondamentale inserire le esperienze lavorative senza svalutarvi ma anche senza strafare: vendere una professionalità superiore al reale è rischioso.
Non fosse altro che un occhio esperto può accorgersene senza difficoltà e conseguentemente scartarvi.
Da ultimo, state attenti che le mansioni riportate in curriculum siano pertinenti al lavoro per cui vi candidate.

Non serve che siano proprio nello stesso ramo, o ambito, ma che esprimano conoscenze e competenze, anche relazionali, in linea con il profilo desiderato dall’azienda.
Risulta del tutto inutile ed anzi controproducente inserire esperienze insignificanti agli occhi dei selezionatori, per durata o per settore (ad esempio stage scolastici di due settimane).

Se il selezionatore si trovasse a farsi la domanda “e a me cosa importa?”, sappiatelo, sareste appena stati cestinati.

 Conclusioni per il CV VITAE

Completeranno il quadro il vostro percorso di studi e le ulteriori competenze.
Fermo restando che devono esprimere un valore per la professione desiderata e non essere autoreferenziali.
Questi punti sono necessari per completare il vostro quadro.
Qualora questo non fosse già espresso dalle esperienze lavorative, sempre col fine di aiutare il selezionatore a capire perché scegliere voi e non gli altri candidati.

 

Nel nostro sito troverete altri contenuti molto interessanti, grazie per aver letto il nostro articolo: Come creare un curriculum vitae.

Aziende e annunci di ricerca personale

Aziende e annunci di ricerca personale

Con l’avvento della tecnologia e di internet, al giorno d’oggi le aziende per arrivare prima al loro obiettivo di assumere personale uso diversi canali  a loro disposizione. Sicuramente quello più utilizzato è quello di sfruttare i moltissimi siti  che permettono di inserire annunci, sia gratuitamente che a pagamento.

Quindi se oggi l’azienda xxxx cerca personale sicuramente nel giro di qualche ora riceve già qualche Cv Vitae, detto anche Curriculum Vitae. A questo ho scritto due guide molto interessanti che potrai trovare qui di seguito:

  1. Come creare un curriculum vitae
  2. Come scaricare il curriculum vitae gratis

Avendo visto questi due punti importanti adesso possiamo ritornare a parlare delle aziende e annunci di ricerca personale, di come impostare un’annuncio  e di come poterlo pubblicare.
Inoltre cosa molto utile che ti metterò nelle ultime righe di questo articolo e un BONUS (PDF GRATUITO) che ti permetterà di avere una lista di siti dove potrai pubblicare i tuoi annunci.

Aziende e annunci di ricerca personale cosa sapere

Ti dirò la mia opinione personale su alcune cose, ovviamente ognuno fa le sue opportune considerazioni. Ma quello che ti dirò potrebbe aiutarti sia a risparmiare e anche a far le cose in modo corretto.

  1. Annunci a pagamento quando farli e quando non farli
  2. Il colloquio si originale lascia stare il vecchio metodo!

Sicuramente mi darai del “Pazzo”, ma se forse se ci pensi su troverai qualche idea, e forse capirai che il rapporto umano e fatto di persone uguali a noi. Lo so che pensi…
Ti chiedo solo di leggere le prossime righe, e non tene pentirai, prova ad attuarle è vedrei che tutti ti saranno amici.

 

Aziende e annunci di ricerca personale: Annunci a pagamento quando farli e quando non farli

Ti hanno raccontato la favola che se paghi il tuo annuncio si posizionerà in una parte strategica ed avrai moltissimi risultati?

Tutto può essere possibile, certamente pagando potrai avere tutto ciò che vuoi.

Ma… sai che questi costi molto spesso possono essere dimezzati, magari per prendere qualche macchinario, magari per fare un regalo a tutti i dipendenti, sono moltissimi le cose che puoi fare.

Mi spiego meglio: La pubblicità come ben sappiamo è il cuore del commercio, tutti devono guadagnare, ma anche tanti spendono.
Il mio obiettivo in questo caso è aiutare te azienda a poter contenere i costi ed avere gli stessi risultati mi dirai come?

Bene sappi che come prima cosa non ti voglio vendere nulla e neanche farti cambiare nessuna idea.
Hai mai sentito parlare di Social Network? Hai mai sentito parlare di siti che ti permettono di inserire annunci gratuiti?

Bene con queste due opzioni sicuramente avrai dei buoni risultati, due metodi al quanto semplici. Vuoi proprio pagare qualcuno?
Assumi una persona che pubblichi questi annunci, e che ti giri tutti i curriculum.

Non dovrai preoccuparti di nulla l’unica cosa di cui ti devi occupare potrebbe essere forse il GDPR 2018, per il trattamento dei dati personali, ma se ci hai già pensato allora non devi preoccuparti.

Ovviamente la selezione deve essere fatta in modo accurato, crearti una pagina Facebook e pubblica li i tuoi annunci, attenzione gli annunci possono essere fatti sia gratuitamente che pagando.

  • Come creare una pagina Facebook Aziendale
  • Come creare un’offerta di lavoro

Ora che abbiamo visto questo puoi scaricare anche la lista dei siti dove pubblicare annunci gratuiti. Non è finita qui, se reputi che sia ancora interessante leggere questo articolo troverai altre cose utili qui di seguito:

Le aziende e il colloquio

Negli anni in cui ho lavorato sotto padrone ho notato sempre che c’era un divario fra me e le persone che effettuavano il colloquio, questo metteva un pò in suggestione. Una persona che viene in cerca di lavoro deve essere  tranquilla non deve, avere quel peso sullo stomaco di dire(ho un colloquio col responsabile o col titolare, in un certo senso si innesca una paura che magari e in quell’attimo e che poi passa, ma ad alcuni in quel momento crea un blocco.

Proprio per questo se si fa notare che ci può essere un rapporto più alla mano, le cose potrebbero essere più interessanti, sia per l’aspetto lavorativo (più produttività), sotto l’aspetto del rapporto (rapporto datore e personale).
Quest’ultimo ovviamente non deve avere l’effetto contrario che il personale debba prendersi la mano con tutto il braccio. Questo significa che ci deve essere un rapporto in cui entrambi siano sulla stessa lunghezza d’onda.

Un’esempio molto pratico mi è capitato nella mia ultima esperienza (il datore di lavoro), un ragazzo giovane invece di farmi il colloquio in ufficio, me lo ha fatto sempre in azienda, ma in un’altra parte dello stabile.
Qui infatti mi ha fatto sentire veramente a casa facendomi conoscere le persone con cui poi avrei relazionato
Questo non mi ha creato quel peso da colloquio, ma anzi il contrario sembrava di essere a casa, proprio per questo penso che attuare questo modello di colloquio sia molto utile.

Infatti ci ho lavorato per diverso tempo con molta tranquillità.